COME NASCE L’IDEA

L’idea, inizialmente denominata “Assorbenti sospesi”, nasce dalla proposta di Viviana, una ragazza di 14 anni, fatta per il bando lanciato nel 2021 dal Comune di Sesto Fiorentino “Bilanciamoci Z”, per cui l’associazione MammeAmiche è stata coinvolta per la possibile realizzazione di un progetto a sostegno delle ragazze nelle scuole del territorio sestese.

Viviana ha visto nell’installazione di scatole “porta-assorbenti” nei bagni delle scuole superiori di I e II grado, l’opportunità di offrire alle giovani un’occasione di solidarietà femminile e di cittadinanza attiva.

DOVE e COME E’ STATO POSSIBILE REALIZZARLO

Grazie alla collaborazione fattiva della Cooperativa ConVoi che da anni promuove, sul territorio di Sesto Fiorentino, in collaborazione con l’amministrazione comunale e l’SDS Firenze Nord-Ovest, in accordo con le scuole del territorio, progetti di inclusione finalizzati alla sperimentazione della dimensione lavorativa di studenti con percorso didattico differenziato, in particolare grazie alla collaborazione con due di questi progetti “Working in Progress” per la parte grafica ed “A.A.A.” per la parte di realizzazione, abbiamo trovato la fattibilità esecutiva di scatoline porta-assorbenti in legno riciclato, secondo i principi dell’economia circolare, da poter installare in ogni bagno delle ragazze o gender fluid, in cui inserire una prima fornitura di assorbenti igienici concessi dalle Farmacie Comunali di Sesto Fiorentino con il successivo impegno da parte delle giovani ad instaurare un sistema di auto-fornitura nell’ottica di un aiuto reciproco circolare: ogni volta che si usufruisce di un assorbente messo a disposizione da altre ragazze, questo dovrebbe indurre a pensare di rifornire la scatolina quando possibile, con un proprio assorbente donato a loro volta.

Le scatoline installate saranno corredate da un’apposita cartellonistica esplicativa del progetto (vedi locandina qui sotto) per il corretto utilizzo dei materiali messi a disposizione e l’auto-manutenzione a cura delle studentesse.

Parallelamente saranno organizzati degli incontri di sensibilizzazione nelle classi in tema di educazione al corpo, affettiva e sessuale, al rispetto delle differenze, a cura delle volontarie dell’Associazione in affiancamento al docente referente per il disagio e/o l’inclusione e/o in affiancamento a professionisti esterni: ostetriche, psicologi, sessuologi, formatori USL, ecc…

In questo progetto è risultato fondamentale il coinvolgimento attivo dei dirigenti scolastici dei 3 istituti comprensivi e dei 3 istituti superiori di Sesto Fiorentino, affinché tutte le studentesse del territorio possano usufruire di questo servizio nella quotidianità del proprio percorso scolastico.