Allattamento…fra citazioni ed aforismi

Allattamento…fra citazioni ed aforismi

Pubblicato il 16 agosto 2015, da in Allattamento

Abbiamo voluto raccogliere qui alcune frasi o citazioni sull’allattamento e dintorni … chiunque volesse dare un suo contributo può scriverci un commento e arricchiere questa raccolta …

***

Non so se sia possibile allattare il proprio bambino con il proprio latte e non scoprire qualcosa di nuovo sull’amore. L’amore è dare, riversare, un riversare che trae nutrimento dal suo stesso esaurirsi.
Deborah Meyler, scrittrice

***

Sapevi che l’allattamento al seno non è semplicemente una fonte naturale di nutrimento, ma è anche calore e sicurezza? Si tratta di un gesto d’amore unico, vantaggioso, economico e salutare.
“Nel seno, oltre al cibo, il bimbo cerca e trova affetto, consolazione, calore, sicurezza e attenzione. Non è solo una questione di alimento. Il bimbo reclama il seno perché vuole il calore di sua madre, la persona che conosce di più. Per questo motivo la cosa importante non è contare le ore e i minuti o calcolare i millilitri di latte, ma il vincolo che si stabilisce tra i due che è una sorta di “continuazione” del cordone ombelicale”
Gonzàlez C. Un dono per tutta la vita.

***

L’esperienza dell’allattamento è l’esperienza centrale della vita del bambino, è l’evento centrale dell’esistenza infantile, il mattone fondamentale su cui, se tutto va bene, il bambino costruirà la sua fiducia in se stesso, nelle persone significative della sua vita e per estensione nel mondo.
Dalai Lama

***

Noi non veniamo dalle stelle o dai fiori, ma dal latte materno. Siamo sopravvissuti per l’umana compassione e per le cure di nostra madre. Questa è la nostra principale natura.
Shakespeare

***

L’allattamento al seno ha effetti che trascendono la sua funzione di assicurare al neonato il nutrimento di cui ha bisogno: l’esperienza dell’allattamento è l’esperienza centrale della vita del bambino, che irradia la sua luce su tutte le altre esperienze, le quali traggono da lì gran parte del loro significato
Bruno Bettelheim, Un genitore quasi perfetto

***

Bisogna nutrire i piccoli. Non vi sono dubbi.
Non solo il loro ventre, ma anche la loro pelle.
In questo oceano di novità, d’ignoto, bisogna fargli riprovare sensazioni passate che inducano pace e sicurezza.
Questa pelle, questo dorso non hanno dimenticato.
Essere portati, cullati, carezzati, massaggiati, sono tutti nutrimenti per i bambini piccoli, indispensabili, come le vitamine, i sali minerali e le proteine, se non di più.
Se viene privato di tutto questo e dell’odore, del calore e della voce che conosce bene, il bambino, anche se gonfio di latte, si lascerà morire di fame.
F. Leboyer

***

La nascita non termina il giorno in cui vieni al mondo, quel giorno è solo l’inizio: il giorno in cui hai lasciato il ventre di tua madre, non sei nato, hai iniziato a nascere.
B. Bettelheim

***

E’ impossibile viziare un bambino nei primi quattro mesi di vita. Lasciare piangere un neonato non gli insegnerà a essere autonomo più di quanto il lasciargli un pannolino sporco riuscirà ad irrobustirgli la pelle.
Samy Molcho

***

Allevare i figli è una impresa creativa, un’arte più che una scienza.
M. Bydlowski

***

All’inizio della vita l’essere accarezzato, abbracciato e coccolato, rende sensibili le varie parti del corpo del bambino.
Lo aiuta a costruire un’immagine corporea sana e promuove lo sviluppo dell’amore attraverso il rafforzamento del legame tra il piccolo e sua madre.
Anna Freud

***

“Nel sorriso della mamma il bambino vede il proprio sorriso.
Nel viso della mamma vede specchiato il suo.
Sembrano volersi confondere l’uno nell’altra, quasi tornando alla relazione strettissima vissuta durante la gravidanza…”
A. Volta

***

“Ciò che conquista il bambino deve essere interessante, deve affascinarlo.
Bisogna offrirgli cose grandiose: per cominciare offriamogli il Mondo.
L’anima del bambino si nutre di grandezza.”
Maria Montessori

***

ASCOLTA I PENSIERI…
“Ascolta i pensieri, i sentimenti di tuo figlio:
dietro i suoi digiuni, i suoi pianti, le sue parole
senza senso, i suoi capricci,
c’è un bambino che parla”
Raffaele D’Errico

***

QUAL E’ IL SUO SEGRETO?
“Osserva un bambino che raccoglie conchiglie sulla spiaggia.
E’ più felice dell’uomo più ricco del mondo.
Qual è il suo segreto?
Il bambino si gode il sole, l’aria salmastra della spiaggia, la meravigliosa distesa di sabbia.
Il bambino vive nel momento presente. È qui e ora.
Non pensa al passato, non pensa al futuro.
E qualsiasi cosa fa, la fa con totalità. Intensamente.
Ne è così assorbito da scordare ogni altra cosa.”
Osho Rajneesh

***

Accadrà spesso che persone sconsiderate cerchino di insegnarvi come fare le cose che voi siete in grado di fare meglio di quanto chiunque possa mai insegnarvi.
È mia opinione che non ci sia bisogno di dire alle madri che cosa devono fare o come devono essere. Ciò che possiamo fare è non interferire.
D.Winnicott

***

Le emozioni provate nei primi anni di vita e altre sensazioni che hanno suscitato gioia e dolore, lasciano tracce indelebili che condizioneranno le nostre azioni e reazioni nell’intero corso dell’esistenza.
Rita Levi Montalcini

***

IL BATTITO DEL TUO CUORE
“Calmato dal suo battito cardiaco,
accolto nel calore del suo corpo, cullato dai suoi movimenti,
l’intero mondo del piccolo è sua madre.”
James Prescott

***
Quando scoprii di aspettare un bambino feci quello che la maggior parte delle donne faceva, cominciai a divorare libri.
Decisi di tornare a casa, in Kenya, dove misi alla luce mia figlia. Piangeva molto e io stanca ed esasperata piangevo spesso con lei, tentando di ricordare tutto ciò che avevo letto fino ad allora.
Un giorno mia nonna giunse dal villaggio per farmi visita. Appena mi vide sorrise e con calma pronunciò le sue semplici parole:
“Sei tu l’esperta di tua figlia. Non leggere libri… leggi la tua bambina.”
J. Claire K. Niala

***
“Le donne incinte non dovrebbero leggere libri che trattano di gravidanza e parto. Dovrebbero, piuttosto, guardare la luna e cantare al loro bimbo in grembo”.
Michel Odent

***
Coccolare, massaggiare, pizzicare e solleticare sono forme di contatto che tutti i cuccioli adorano.
Attraverso il tatto si rafforza il legame con il proprio bambino, ci si conosce e ci si diverte…
Ridere insieme unisce grandi e piccini come solo poche cose riescono a fare!
Giulia Lino

***

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.