Fratelli e sorelle. Tra complicità e rivalità

Fratelli e sorelle. Tra complicità e rivalità

Pubblicato il 25 agosto 2011, da in Libri

AUTORE: Elisabeth e Jean-Patrick Darchis
TITOLO: Fratelli e sorelle. Tra complicità e rivalità
EDITORE: A. Vallardi, 2010

Il desiderio di un altro bambino: una scelta e tanti timori.
Se è vero che l’arrivo in famiglia di un altro bambino rappresenta un evento felice per i genitori, è anche vero che talvolta, agli occhi del primogenito, il neonato appare come un intruso. I genitori si pongono domande, magari si preoccupano, perché l’avvento di uno o più fratelli comporta necessariamente una modifica nell’attenzione riservata a ciascun figlio. Occore trovare un nuovo equilibrio.

 L’arrivo del bebè: soddisfazioni e smarrimento.
L’arrivo del nuovo nato mette in crisi il primogenito, che reagisce con comportamenti positivi ma anche con scontrosità, gelosia, ansie … Sarà la sicurezza psichica dei genitori a placare le reazioni forti del bambino.

 I rapporti fraterni: passione amorosa?
I legami fraterni possono esprimersi secondo modalità passionali: gelosie, rivalità, zuffe. In generale però si tratta di belle esperienze che insegnano a confrontarsi, a relazionarsi con i propri pari, a capire le diversità. Se i rapporti diventano ingestibili, i genitori devono stabilire dei limiti e rassicurare i figli riguardo all’amore che provano per ognuno di loro. 

Crescere nella relazione fra fratelli.
È facile intuire quanto sia benefico il legame fraterno. I genitori lo notano e si chiedono come favorirlo. Se la sicurezza familiare dà un posto ben definito a ciascuno e offre lo stesso amore per tutti, il gruppo di fratelli ben indirizzato ne trarrà beneficio.

 Il posto di ognuno nella galassia familiare.
Le risposte ai problemi che si pongono all’interno di un gruppo di fratelli (gelosie, regole rivalità) dipendono dalla struttura educativa proprosta dai genitori. E da questa la personalità di ognuno ricaverà benefici e ricchezza per tutta la vita.

Il volume presenta alcune domande dirette poste dai genitori e anche dai bambini, e offre suggerimenti di risposte.
Di seguito alcune degli interrogativi:

  • E’ bene chiedere al figlio se desidera avere un fratello/sorella?
  • Mio figlio non ha reagito bene alla notizia del nuovo arrivo … cosa posso dirgli?
  • Il bebè richiede molte attenzioni … il più grande ne soffrirà?
  • Si può evitare la gelosia tra fratelli?
  • Mio figlio è violento con la sorellina in culla. Cosa dirgli?
  • La promogenita comanda abacchetta la seconda. È il caso di intervenire?
  • Mia figlia considera il fratello maggiore un idolo. Come favorire le iniziative personali della bimba?
  • Ho due gemelli inseparabili che parlano un linguaggio tutto loro. Devo intervenire?
  • È bene proporre un figlio come modello per l’altro?
  • La gerarchia nei fratelli ha risvolti psicologici?
  • Si possono richiedere cose diversea ciascun figlio?
  • In che termini i rapporti tra fratellastri e sorellastre si differenziano da un classico legame tra fratelli?
  • L’attuale legame che unisce i miei figli avrà conseguenze sulle loro relazioni future?

Tags: , , , , , ,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.